REGGIO EMILIA - Il Lecce quando vede la Reggiana si trasforma: dopo i sette gol dell'andata, la squadra di Corini infligge un'altra sonora sconfitta agli emiliani.

Coda inarrestabile: una sola squadra in campo

Il Lecce parte forte: Coda inaugura la partita con un destro forte ma terminato a lato, poi Venturi salva la porta emiliana da una punizione violenta del centravanti salentino. Il vantaggio giallorosso però arriva comunque: Costa interviene male su Pettinari in area, dal dischetto Coda non sbaglia. La Reggiana continua a non rendersi pericolosa e il Lecce ne approfitta: dopo una mischia da corner, Majer sgancia una bomba dalla fuori area che trafigge Venturi. Il tormento per i granata non è finito: al 32' Coda fa doppietta su assist illuminante di Pettinari. Il primo tempo si chiude con due gialli, per Varone e Laribi.

Ajeti, che ingenuità! Stepinski chiude la partita

 

Inizia la ripresa e Ajeti affossa definitvamente la sua squadra: il difensore della Reggiana rimedia due gialli in nove minuti, costringendo i compagni a giocare in dieci. Nel frattempo il Lecce sfiora il 4-0 con Henderson e due volte con Meccariello (in entrambi i casi, eccezionale la risposta di Venturi). Il tanto agognato poker alla fine lo serve Stepinski: il polacco trasforma con un diagonale preciso il rigore conquistato da Nikolov (fallo di Lunetta). L'assenza di recupero sottolinea la differenza di valore tra le squadre vista in campo.