PARMA - Per la progettazione del rinnovamento dell'Ennio Tardini, il Parma ha scelto lo studio di architettura Zoppini, nominandolo - come si legge sul sito ufficiale del club emiliano - "responsabile della qualità architettonica e del design funzionale del nuovo stadio". I professionisti in questione sono specializzati sin dal 1961 in design a elevata complessità tecnologica di impianti sportivi pubblici, con 15 centri sportivi-ricreativi e oltre 50 impianti a portfolio.

Krause: "Lo Studio Zoppini rappresenta quanto cercavamo"

 

Queste le parole di Kyle Krause, numero uno del Parma: “Siamo entusiasti e pienamente convinti della scelta fatta, le competenze in ambito sportivo e non solo, espresse in tutto il mondo dallo Studio Zoppini rappresentano quanto cercavamo. Lo Studio Zoppini rappresenta un approccio e una metodologia unica, attenta all’ambiente, quindi alla città e ai suoi cittadini, alle istituzioni e al territorio”“Arrivare primi in questa selezione è un successo che ci rende orgogliosi – interviene il partner dello studio Alessandro Zoppini – essere protagonisti del primo progetto di riqualificazione sostenibile per uno stadio italiano è un primato indiscutibile e partecipare alla sua realizzazione significa avere un ruolo in un fondamentale passaggio nel mondo del calcio oltre che nell’ingegneria e architettura ambientale sportiva”.