BENEVENTO - "Se sei rammaricato per un pari arrivato al 94' contro calciatori come Zaza e Belotti vuol dire che la strada è quella giusta. Il Torino ha una coppia d'attacco straordinaria che può mettere in difficoltà chiunque". È amareggiato Filippo Inzaghi dopo il 2-2 del suo Benevento arrivato in pieno recupero. "Peccato, non si può prendere un gol in contropiede, con 24 punti avremmo potuto pensare a sognare. Ma sono molto felice - ha ammesso Inzaghi - perchè in emergenza abbiamo tenuto testa ad una squadra che ha un organico da Europa Leaguecomplimenti degli addetti ai lavori? Penso a quegli allenatori che hanno parlato benissimo del Benevento come Fabio Capello, che è un esempio per tutti. Il nostro modo di giocare è chiaro, siamo una squadra neopromossa a cui serve un compromesso tra compattezza e pericolosità. Oggi ho cambiato il sistema di gioco a causa delle tante assenze, ma i ragazzi non arretrano e hanno le idee chiare. Improta fa il terzino, Tello alla prima da esterno in A... forse stasera avremmo meritato la vittoria". Sul mercato: "Nuovo attaccante? Preferisco fare i complimenti a Lapadula, che ha conquistato un rigore, ha fatto un gol e si è battuto alla grande. Poi è rientrato Viola e stiamo recuperando qualche altra pedina. Oggi faccio i complimenti a chi c'è già, di mercato ne parleremo con società e dirigenza" ha chiosato Inzaghi.