ROMA - La vince con i cambi Ranieri, supera Gotti con le mosse dalla panchina e si porta a casa tre punti pesanti in rimonta facendo volare la sua Samp nella parte sinistra della classifica. A Marassi i blucerchiati assorbono l'urto dell'Udinese per un tempo, con Audero sugli scudi salvato anche dalla traversa, poi nella ripresa succede di tutto: il gol di rabbia e grinta di De Paul, la malizia di Candreva nel prendersi e trasformare spavaldo il rigore a cucchiaio, lo stacco di testa del 9 che non ti aspetti, l'esordiente Torregrossa che bagna una serata per lui magica con il gol che vale la vittoria.

Audero stoppa tutto, De Paul fermato dalla traversa

 

Parte bene l'Udinese, Lasagna costringe alla prima parata Audero sottomisura e si ripete qualche minuto dopo con un bel diagonale di sinistro. Il centravanti dell'Udinese è rigenerato e ha un'altra grande chance passato il quarto d'ora, con De Paul protagonista di una progressione inarrestabile conclusa con un assist a centro area sul quale il compagno di squadra cerca di andare di fino invece di colpire forte, sprecando tutto. La risposta doriana è, come prevedibile, di Quagliarella .che si gira in un fazzoletto e in diagonale mette in seria difficoltà Musso con Damsgaard che per un soffio di testa non riesce ad arrivare sulla respinta. Partita che si scalda, Yoshida e Audero salvano praticamente sulla linea in sequenza, De Paul dipinge calcio e dalla distanza esplode un destro a giro che scavalca il portiere ma si stampa sulla traversa al 41'.

La sblocca De Paul, Candreva cucchiaio su rigore, svetta Torregrossa!

Si riparte senza cambi e con De Paul che sblocca il match al 55': azione insistita con tre conclusioni, la prima respinta da un difensore, la seconda da Audero che può solo toccare il terzo tentativo consecutivo dell'argentino che va a rotolare in rete per il vantaggio friulano. All'ora di gioco Ranieri cambia faccia alla Samp: Thorsby, Keita e Torregrossa dentro per Quagliarella, Verre e Damsgaard, energie fresche per aggredire l'Udinese e cercare il pari che arriva al 67', due minuti dopo il fallo di Mandragora in area su un furbo Candreva che va a prendersi fallo e rigore, trasformato con un cucchiaio spietato a Musso. Dentro anche Ramirez per Adrien Silva, mentre De Paul riprova dalla distanza a sorprendere Audero e Colley di testa impegna Musso su angolo. Ultimo quarto d'ora, Arslan per Mandragora non cambia niente mentre cambia molto la scelta di Torregrossa, perché l'esordiente numero 9 blucerchiato va a svettare all'81' insaccando di testa il cross perfetto di Augello: gol pesantissimo che vale tre punti, fa volare i blucerchiati a 23 punti e lascia indietro la squadra di Gotti, tre punti in sette gare e posizione di classifica che continua a preoccupare.