Prosegue il percorso per la realizzazione dello stadio della Roma che dovrebbe sorgere a Pietralata. Dopo la chiusura della conferenza dei servizi preliminare - il 10 gennaio - il sindaco Roberto Gualtieri ha annunciato la conclusione positiva della prima fase del lungo iter d'approvazione del progetto voluto dai Friedkin. Il primo cittadino della Capitale, tramite il suo profilo Twitter, ha infatti fornito un importante aggiornamento: "Bene la chiusura nei tempi previsti della conferenza dei servizi preliminare per la realizzazione del nuovo stadio della As Roma. Con l'assenso tecnico prosegue l'iter per la realizzazione di un'opera importante per Roma che contribuirà a riqualificare il quadrante di Pietralata".

NUOVI STEP 

La chiusura della conferenza di servizi preliminare è soltanto il primo passo della tortuosa strada intrapresa dalla Roma, che ha come obiettivo quello di arrivare a giocare in una "nuova casa" esclusivamente giallorossa il prima possibile. Il prossimo step previsto è l'approvazione della delibera con il testo del verbale della conferenza preliminare, poi la questione si sposterà in aula Giulio Cesare per la votazione sul pubblico interesse. Ultimato questo passaggio verrà convocata la conferenza dei servizi decisoria e, nel frattempo, il club dovrà presentare tutta la documentazione inerente al progetto architettonico definitivo. Se tutto dovesse andare per il verso giusto, il sogno dei Friedkin - e di migliaia di romanisti - potrebbe diventare realtà entro il 2027, l'anno del centenario del club. L'obiettivo è chiaramente quello di celebrarlo nel nuovo stadio.