Benjamin Tahirovic è un centrocampista moderno, con grande fisicità, grande personalità e coraggio nella costruzione del gioco, sia nel corto che nella lunga gittata. Per farvi fare un’idea per me somiglia molto al centrocampista dell’Inter Brozovic, nel futuro potrebbe diventare un top player di quel genere. I suoi punti di forza sono la tecnica e la visione di gioco, ha grande precisione e forza nel tiro dalla distanza, buoni tempi anche di inserimento, non disdegna di attaccare l’area avversaria, ma deve migliorare un po’ tatticamente, soprattutto nella fase difensiva, nella fase di non possesso, e sotto l’aspetto fisico, per quel che concerne forza e resistenza aerobica, su cui ha ancora bisogno di lavorare, discorso che vale per tutti i ragazzi che arrivano da fuori e che entrano a far parte del settore giovanile As Roma. 

Ci ha colpiti molto appena arrivato per la sua personalità e soprattutto per la velocità di gioco, riusciva a stare al passo con i tempi di gioco dei ragazzi della Roma, cosa praticamente impossibile per un ragazzo che arriva da una formazione diversa. Si è subito adattato alla velocità di esecuzione che hanno i giovani della Roma, che è altissima e di altissimo livello. Come dicevo è un centrocampista moderno che può ricoprire tutti i ruoli di centrocampo, sia a tre come play, perché ha un’ottima visione di gioco ed è veloce nella costruzione corta e lunga, e può ricoprire anche il ruolo di interno, perché ha un’ottima mobilità e facilità di corsa, non disdegna gli inserimenti nella metà campo avversaria. Nel centrocampo a due è perfetto, perché costruisce e accompagna il gioco offensivo. È un ottimo giocatore per la Roma del futuro sarà sicuramente un prospetto su cui Mourinho potrà lavorare per metterlo in campo insieme agli altri giovani della As Roma“.