ROMA - Bryan Cristante: manca solo l’annuncio. Per gli altri si vedrà. La Roma, adesso, ha altre priorità, come da precisa indicazione della proprietà e di Tiago Pinto, ma il rinnovo del centrocampista fino al 2027 è ormai cosa fatta. Lo stipendio arriverà facilmente a 3 milioni, come logico per un giocatore che è il terzo capitano della squadra. Cristante a Roma è molto legato: qui sono nate le sue figlie, Aurora e Victoria, e qui ha stabilito, insieme alla compagna Selene Cito, rapporti personali molto importanti. Con il rinnovo arriverà a nove anni di Roma, non è facile restare tanto a lungo in una piazza così complessa. Bryan in giallorosso ha sempre conquistato la fiducia degli allenatori che ha avuto.

Zaniolo senza fretta

 

Altri annunci, a breve, non sono previsti. Mentre si continua a trattare per Zaniolo, pur senza incontri imminenti in programma, ma con la volontà comune di arrivare presto a un accordo, la Roma non si sta muovendo per El Shaarawy (scadenza 2023) e ragionerà sull’adeguamento economico per Zalewski nei prossimi mesi. Il giovane polacco è partito per il Mondiale senza l’adeguamento di contratto. Non è un problema per il giocatore, che ieri è rimasto in panchina nell’amichevole contro il Cile, anche se la sua immagine alla vigilia era stata utilizzata per promuovere il test. Ma un grande Mondiale potrebbe far lievitare le sue richieste.

Smalling

Nel frattempo, una situazione ancora in divenire è quella di Smalling: l’inglese ha il rinnovo automatico dopo un certo numero di presenze. Il numero non riguarda solo il campionato, ma tutte le competizioni e non è assoluto, ma in percentuale. Per questo non è ancora scattato, ma con ogni probabilità scatterà nelle prossime settimane. L’inglese avrà il diritto a rinnovare per un’altra stagione alle stesse cifre di quelle attuali, ma non è escluso che possa esserci un incontro tra i suoi agenti e la Roma per un biennale con ingaggio spalmato. In ogni caso, Smalling, salvo sorprese, sarà un punto fermo della Roma anche il prossimo anno. Da valutare, poi, quello che succederà con Dybala e con la clausola da 20 milioni: la volontà del club giallorosso è quella di eliminarla e proseguire con l’argentino, ma ogni discorso è rinviato a dopo il Mondiale e alle prospettive della Roma nella prossima stagione. Solo Cristante sarà ufficializzato prima e forse è anche normale, considerando che Bryan è un giocatore imprescindibile. Lo era per la Roma del passato e lo è per la Roma del presente, anche considerando gli ottimi rapporti tra il club e Beppe Riso, che con Pinto ha trattato anche il rinnovo di Mancini. Capitolo Belotti: ha il rinnovo automatico dopo un certo numero di presenze, al momento non ci è ancora arrivato. Se ne riparlerà in primavera.