Il Napoli, dopo due vittorie contro Liverpool e Glasgow Rangers, sente l’adrenalina della possibile qualificazione agli ottavi di Champions League. È a sei punti in classifica, ha il migliore attacco della Champions, è ancora imbattuto al pari di Real Madrid, Psg e Manchester City, le uniche che non hanno conosciuto sconfitte sia nei propri campionati che in Champions League. Spalletti, quindi, vede l’obiettivo e spera che il Napoli continui a stupire: «Se saremo straordinari si potrebbe anche chiudere la qualificazione in queste due partite ma c’è di mezzo un avversario come questo, con tanti giocatori giovani e forti».


 

 

 

Mini turnover

L’Ajax e il Napoli hanno in comune lo stile di gioco, la voglia di costruire dal basso, Spalletti ha sottolineato che gli olandesi hanno anche la soluzione della palla sul centravanti, una risorsa che senza Osimhen ancora infortunato il Napoli può sviluppare poco. Una sfida in un grande stadio, alla Johan Cruijff Arena, in cui Spalletti spera di vedere una squadra all’altezza del livello raggiunto finora: «Non ci saranno cervelli distratti sul campo. È bellissimo venire a giocare in uno stadio come la Cruiiff Arena e contro un club con questa storia. Ogni vigilia della partita di Champions è per me come la vigilia del giorno di Natale. È bello anche stasera, vogliamo essere all’altezza dei nomi che hanno reso importante questa competizione. Guardiamo sempre avanti, vogliamo creare ancora più spiragli per infilarci dentro e fare ancora meglio». Qualche indizio anche sulla formazione: «Può capitare che domani ci siano due-tre titolari diversi da quelli che sono partiti dall’inizio nelle ultime partite».

Meret: l’accordo con il Napoli c’è

In conferenza stampa ha parlato anche Alex Meret, che ha praticamente ufficializzato l’intesa con il Napoli per il futuro: «L’accordo c’è, manca solo la formalizzazione. È sicuramente uno dei momenti migliori della mia avventura al Napoli». La Cruijff Arena sarà un altro esame anche per l’estremo difensore che finora anche in Champions League è stato protagonista, basti pensare alla parata su Arfield a Glasgow.