È vero che il calcio dà e il calcio toglie, ma quanto accaduto nelle ultime settimane ad Alex Meret ha pochi precedenti nella storia recente.

 

 

Da esubero a titolare inamovibile: la parabola di Meret

Esubero conclamato di un Napoli che aveva aperto due trattative per acquistare un nuovo portiere, quella con il Psg per Keylor Navas e quella con il Chelsa per Kepa Arrizabalaga, salvo poi orientarsi in via definitiva sul costaricense, a un passo dal trasferimento allo Spezia o in alternativa a una stagione da emarginato, complice anche il contratto in scadenza nel giugno 2023, l’ex portiere della Spal, si è preso la maglia da titolare alla prima giornata contro il Verona, a mercato ancora aperto, per poi non mollarla più, favorito dal mancato accordo tra il Napoli e il Psg per Navas.

 

 

Napoli, Meret verso il rinnovo con adeguamento d'ingaggio

A suon di prestazioni Meret ha conquistato tutti, dai tifosi a Luciano Spalletti, così il guardiano dei pali della capolista della Serie A e del proprio girone di Champions League è ormai a un passo dal prolungamento del proprio contratto con il Napoli. Secondo quanto riportato da 'Radio Kiss Kiss Napoli', infatti, i dirigenti azzurri e i rappresentanti di Meret stanno per arrivare all’intesa definitiva. La trattativa, aperta da mesi, ma poi raffreddatasi di fronte ai dubbi dello stesso Meret, che nei suoi primi quattro anni al Napoli non è mai riuscito a sfilare il posto all’ex compagno David Ospina, viaggia ora spedita verso la conclusione: la firma è attesa entro un paio di settimane e porterà ovviamente a un significativo aumento dell’ingaggio, pari attualmente a un milione netto.