Il Barcellona rinuncia a De Ligt a causa della richiesta economica della Juve, di circa 100 milioni di euro. Lo scrive Sport. Il giocatore piaceva molto in casa catalana, ma la sua valutazione va oltre le possibilità economiche e non è neanche una priorità oggi. De Ligt sarebbe stato nuovamente offerto nei giorni scorsi vista la concreta possibilità che lasci i bianconeri in questo mercato estivo, ma il prezzo è eccessivo.

 

 

 

“De Ligt, anche lo stipendio è troppo alto”

Non c'è solo la richiesta della Juve ad aver fatto desistere il Barça, ma anche lo stipendio che prende il difensore centrale olandese: più di 10 milioni di euro. Ecco perché il suo destino potrebbe essere la Premier League inglese, dove non mancano certo i denari.

E dire che il Barcellona aveva puntato De Ligt già nel mese di gennaio, quando gli agenti del giocatore avevano già parlato della possibilità di una sua partenza in estate, ma anche allora l'operazione era sembrata tremendamente complicata.

“De Ligt, incostante e a due anni dalla scadenza”

De Ligt non ha ancora rinnovato un contratto che scade nel 2024, cosicché la Juve avrebbe pensato di venderlo ora per poter ancora monetizzare e recuperare i 75 milioni di euro a suo tempo investiti sull'ex AjaxSport scrive: “L'olandese è stato molto incostante nella Juve e non si è mai sentito a suo agio dal punto di vista sportivo”.

Il Barcellona cerca un difensore centrale di alto livello, ma le cifre richieste per De Ligt sono quasi inaccessibili. In Inghilterra ci sono squadre disposte a fare offerte molto importanti per assicurarsi il giocatore, come Chelsea e Manchester United.

“Il Barcellona cerca Koundè o Koulibaly, che costano meno”

Il Barcellona a questo punto continuerà a provare a prendere Koundè, del Siviglia, che è la prima opzione; non dovesse riuscirci, andrebbe su Kalidou Koulibaly, del Napoli. Entrambe sono infatti operazioni di alto livello, ma che vengono considerate da Sport come molto più convenienti economicamente rispetto a De Ligt.