Resta la presenza o meno di El Shaarawy il nodo da sciogliere per la formazione di domenica: il 29enne di Savona aveva saltato la gara con la Juventus per un affaticamento muscolare, al flessore della coscia sinistra. Un problema non grave, anche se con i problemi muscolari a Trigoria si va sempre con i piedi di piombo, per evitare ricadute: al suo posto contro i bianconeri aveva giocato il centravanti ghanese Felix, alla prima gara da titolare, la prima da esterno sinistro, nel 4-2-3-1 riproposto da Mourinho dopo le 10 gare - tra fine novembre e il 6 gennaio - con la difesa a tre, e il centrocampo a cinque. Aveva giocato bene, il ragazzo che Mourinho aveva visto all'opera con la Primavera e promosso coi grandi: domenica tornerà in panchina, contro la squadra con cui aveva esordito in serie A, ma con la cessione di Borja Mayoral al Getafe troverà sicuramente più spazio.

 

Anche se con il Cagliari ci sarà nuovamente Zaniolo, che non era a disposizione contro la Juventus. E ci sarà anche Sergio Oliveira: il portoghese, che oggi pomeriggio sarà presentato ufficialmente alla stampa, a Trigoria, partirà titolare, sfruttando anche la squalifica di Cristante, visto che Mourinho ha dimostrato di non aver paura a lanciare giocatori che si sono allenati poco o nulla con il gruppo. L'altra squalifica per somma di ammonizioni, quella di Roger Ibañez - che non stava attraversando un gran momento di forma: resta negli occhi il retropassaggio sbagliato contro il Milan, che ha portato al 2-0 di Messias - rilancerà dal primo minuto l'albanese Kumbulla, appena 4 gare dall'inizio in questo campionato, una sola intera, l'ultima, il 13 dicembre con la Spal: al suo fianco ci sarà Gianluca Mancini, che la sua squalifica l'ha scontata saltando la partita con la Juventus. A destra dovrebbe trovare nuovamente spazio Maitland-Niles, dopo i 90' giocati domenica contro i bianconeri.