ROMA - La Roma riparte. Con il secondo gol di Abraham in campionato, con carattere, tanta stanchezza nella ripresa e l'espulsione finale di Pellegrini, che salterà il derby di domenica contro la Lazio. I giallorossi trasformano la tristezza di Verona in motivazione, come aveva chiesto il tecnico portoghese alla vigilia, e grazie ad un primo tempo di forza e attenzione superano l'Udinese trovando la quarta vittoria su cinque e salendo al quarto posto in classifica a un punto dalle milanesi.

Mkhitaryan e Zaniolo, due pali in 8'

 

Rispetto a Verona, Mourinho inserisce Mkhitaryan sulla sinistra al posto di Shomurodov. Per il resto squadra confermata, con Ibanez e Calafiori in difesa e Zaniolo sulla trequarti destra. Dall'altra parte, Gotti punta in avanti su Pussetto e Deulofeu, con Molina e Udogie esterni e Becao dietro. Una difesa praticamente a cinque per i bianconeri, che soffrono da subito l'aggressività della Roma. La squadra di Mourinho pressa alto, chiude bene gli spazi e cerca la profondità con Abraham. Al 4' Mkhitaryan colpisce il palo con una conclusione dal limite. L'Udinese è in grande affanno e all'8' anche Zaniolo è fermato dal palo su un colpo di testa su sponda di Cristante.

Abraham segna, Pellegrini espulso

Dopo la sfuriata iniziale, la Roma rallenta i ritmi consentendo alla squadra di Gotti di rifiatare. Mourinho incita i suoi a tornare più aggressivi e al 36' viene accontentato: bellissima azione di Calafiori sulla destra che ruba palla a metà campo, scatta fino a fondo campo e mette in mezzo un assist perfetto per Abraham, che di esterno destro batte Silvestri. Raggiunto il vantaggio, la squadra di Mourinho rallenta un attimo e l'Udinese prova subito a cogliere l'occasione. Al 41' Pussetto ha sul piede la palla del pareggio, ma Mancini in scivolata salva un gol praticamente già fatto. Nella ripresa la Roma punta sulla gestione del gioco, con ritmo più basso e un prolungato possesso palla. Con il passare dei minuti, però, l'Udinese guadagna campo e al 16' va vicina al pareggio con un diagonale di Udogie da sinistra. Gotti applaude e cambia inserendo Beto e Soppy al posto di Pussetto e Molina. Mourinho risponde con Smalling ed El Shaarawy per Calafiori e Zaniolo. Poi dentro anche Shomurodov per Abraham. La Roma cala molto fisicamente, soffre la pressione dell'Udinese e nel finale Rapuano punisce Pellegrini con il secondo cartellino giallo: il capitano giallorosso salterà il derby.