VILA-REAL - "Il pareggio mi soddisfa molto per la personalità con cui abbiamo giocato, contro una squadra forte e di qualità": così Gian Piero Gasperini ai microfoni di Sky Sport dopo il 2-2 portato a casa dalla sua Atalanta in casa del Villareal. Non tutto è andato secondo i piani del tecnici, che comunque approfitta del piccolo vantaggio acquisito sul Manchester United: "Chiaro che dispiace per i due gol subiti - concede - ma la prima mezz’ora è stata molto buona prima di cominciare a perdere troppi palloni. Errori che si pagano contro queste squadre, il gol lo fanno regolarmente perchè hanno qualità. La sconfitta dello United? È un girone equilibrato, rispettiamo lo Young Boys che è una brutta gatta da pelare e se n’è accorto oggi lo United, noi abbiamo fatto un punto contro una squadra forte e nel finale speravamo di vincerla, ci è mancata lucidità e all’ultimo secondo ci ha salvato Musso".

 

 

 

"Ci è mancata la convinzione"

Contro il Villarreal l'Atalanta ha fatto dei bei passi avanti rispetto alle altre partite fin qui disputate: "È stata una bella partita, giocata bene da entrambe le squadre. In Champions le squadre sono più aperte e si può giocare di più, al contrario di quanto succede da noi. Con Bologna e Fiorentina - ammette Gasperini - non siamo riusciti a trovare il gol, ma con i viola la gara è stata comunque buona. Giocando miglioriamo la condizione e cresciamo, ora mettiamo la testa sulle prossime tre in campionato, dove abbiamo raccolto poco anche per nostri demeriti. I cinque cambi sono fondamentali e se entra gente fresca e di qualità i difensori vanno in difficoltà, nel finale ci è mancata un po’ di convinzione, 11 contro 10 pensavo l’avremmo vinta, ma globalmente sono soddisfatto di tutta la squadra che ha anche saputo soffrire quando è servito”.