ROMA - Pedro è finito quasi a sorpresa nella lista B, cioè tra quei giocatori che non rientrano nei piani della Roma e che adesso sono considerati esuberi, o indesiderati. Lo spagnolo da una settimana si allena a Trigoria individualmente e non partirà per il ritiro in Portogallo: il trentatreenne sta cercando un'altra squadra (tra Italia ed estero) ed entro la fine del mercato dovrebbe lasciare il club.

In caso di cessione di Pedro la Roma concentrerebbe tutti gli sforzi su Filip Kosti? dell’Eintracht Francoforte. Il nazionale serbo è la prima scelta, mentre Luis Diaz resta una suggestione portata avanti da alcuni operatori di mercato: il costo di Kosti?, 4 gol e 17 assist nell’ultima stagione, si aggira intorno ai 25 milioni.

 

Priorità poi alle cessioni, e anche su questo Pinto sta accelerando. Ieri è arrivata l’ufficialità di Kluivert al Nizza: prestito per un milione con diritto di riscatto a 14 milioni che diventa obbligo in caso di qualificazione alla Champions o all’Europa League, ma sempre condizionato al numero di presenze del giocatore. Una formula che la Roma sta cercando di sottoscrivere anche nel contratto con il Lille per Robin Olsen. Restano da piazzare ancora Pastore, Nzonzi, Fazio, Santon, Coric e Bianda. Il lavoro è ancora tanto, ma Tiago Pinto è pronto agli straordinari.