GRANADA (Spagna) - Il Real Madrid non sbaglia di nuovo dopo il pari col Siviglia e cala il poker a Granada (1-4), scavalcando di nuovo il Barcellona e rispondendo così al successo dei 'cugini' dell'Atletico, che a due giornate dalla fine della Liga restano comunque in vetta a +2 sui 'Blancos'.

Zidane si riavvicina a Simeone

 

Una vittoria senza troppo affani quella ottenuta da Benzema e compagni contro il Granada allo stadio 'Nuevo Los Cármenes', dove Zidane arriva senza gli infortunati Carvajal, Lucas, Mendy, Romaso e Varane. Il tecnico francese lascia a casa anche Marcelo e nel suo 4-3-3 consegna una maglia da titolare ai 'canterani' Gutierrez e Marvin: una scelta che lo premia, perché sono proprio i due giovani a servire nel primo tempo gli assist per i gol di Modric (17') e Rodrygo (46'). Il doppio vantaggio sembra una garanzia in vista della ripresa che vede però gli andalusi reagire e accorciare le distanze con Molina, bravo a insaccare al volo col destro in tap-in sul tiro di Suarez respinto da Courtois. Il gol dei padroni di casa risveglia il Real Madrid, che sa di non potersi permettere passi falsi e torna a spingere chiudendo i giochi con le reti ravvicinate di Odriozola (al 75' su assist di Hazard, entrato poco prima) e Benzema (76'). Poker servito e Zidane torna a -2 dall'Atletico del 'Cholo' Simeone.

Il Villarreal passa a Valladolid

Nel primo degli altri match di oggi il Villarreal rovina la festa del patrono (San Pedro Regalado) al Valladolid del presidente Ronaldo, che resta così terz'ultimo in classifica e dunque in zona retrocessione a -2 dallo Huesca e a -3 dal Getafe. Un successo comunque sofferto per il 'Sottomarino Giallo', che dopo una prima frazione equilibrata la spunta nella ripresa con le reti di Moreno (68') e Capoue (90'). Tre punti pesanti per la squadra di Emery che, in attesa della finale di Europa League contro il Manchester United, si porta a -1 dalla Real Sociedad quinta in classifica e aggancia a quota 55 punti il Betis.

Betis ripreso nel finale

sivigliani rallentano infatti sul campo dell'Eibar (1-1), fanalino di coda ma non più in solitaria (agganciato l'Elche a -1 dal Valladolid). Eppure la strada si mette subito in discesa per il Betis, che al 4' è già in vantaggio grazie al gol di Guardado ma poi non riesce a chiudere il match e viene ripreso nel finale quando Enrich spinge in rete di testa la palla crossata da Correa (83').