ROMA - Corsa contro il tempo per la vaccinazione degli azzurri. Il via libera lo ha dato il ministro della Salute Roberto Speranza. La Nazionale di Mancini andrà in ritiro alla fine del campionato per cinque giorni in Sardegna, poi il ritiro dall'1 giugno a Coverciano. I tempi per somministrare le due dosi sono strettissimi, gli azzurri riceveranno la prima dose oggi tra due-tre centri vaccinali tra Milano (Humanitas) e Roma (Spallanzani). La lista dei giocatori sarà allargata a 30-35 giocatori, ma tra questi non ci sarà Nicolò Zaniolo. 

È ormai quindi ufficiale l'esclusione del talento della Roma dalla lista dei pre-convocati, Zaniolo dovrà rinunciare all'Europeo per l'infortunio al ginocchio sinistro subìto a settembre. Zaniolo non è stato chiamato dalla Figc per la somministrazione della dose, dicendo definitivamente addio al torneo. Intanto Nicolò conta i giorni per il suo ritorno in prima squadra. Lo scorso 30 aprile la visita di controllo aveva dato esito più che soddisfacente: le due gambe hanno lo stesso livello di forza, il lavoro in queste settimane ha ripagato e adesso è pronto finalmente all'ultimo step prima del rientro. Molto presto l'ex Inter avrà un consulto col Prof. Fink (che lo ha operato a settembre) per definire una volta per tutte la data del rientro in campo.