Mia Immagine

“DIAMO I NUMERI” PRIMA DI SPAL-ROMA

Written by on 15 Marzo 2019

Ultima partita prima di una nuova sosta per gli impegni delle nazionali. La Roma, sempre in piena emergenza, sabato è di scena a Ferrara per affrontare quella Spal che all’andata fece la voce grossa allo stadio Olimpico.

 

Insieme talismani – Mister Claudio Ranieri è stato chiarissimo sull’argomento: Schick e Dzeko devono giocare insieme. I due attaccanti, nell’attuale campionato, in coppia hanno totalizzato 313 minuti, nei quali la formazione giallorossa ha trovato 9 volte la via del gol (1 ogni 34′). Per sbancare il “Mazza”, dunque, i capitolini si affidano ai loro portafortuna.

 

Il ritorno di Lazzari – Certamente una notizia che non fa felice l’allenatore di Testaccio è il recupero di Manuel Lazzari, che già 5 mesi fa risultò determinante, procurandosi il calcio di rigore con cui la Spal si portò sullo 0-1. Il forte laterale italiano è un’autentica spina nel fianco per gli avversari, considerato che ha fornito finora 7 assist vincenti ai propri compagni (meglio di lui solo il Papu Gomez e Suso, 8).

 

Palle alte – Sempre nel match dell’ottobre scorso, la Roma venne punita anche da un colpo di testa di Bonifazi. La squadra di Semplici, durante quest’annata, è ricorsa spesso alle palle alte per cercare di essere pericolosa: infatti, il collettivo emiliano è la quinta squadra della Serie A per cross tentati (alle spalle di Inter, Juve, Roma e Chievo) e la terza per gol segnati sfruttando le incornate di Petagna e Kurtic in particolare (9 reti).

 

Casa (non) dolce casa – Seppur abbia un rendimento dignitoso tra le mura amiche, i biancoazzurri al Mazza spesso cadono lasciando la posta piena agli avversari di giornata. Fin qui, la Spal è la seconda peggior formazione per numero di sconfitte incassate (9) davanti al proprio pubblico. Un dato che potrebbe favorire la Roma, anche se i giallorossi, al momento, hanno soltanto il 7°  miglior rendimento in trasferta della Serie A, frutto di 19 punti in 14 partite.

 

Tagged as