CRONACA - Roma, accusa di falso ideologico: Raggi chiede giudizio immediato

Virginia Raggi ha chiesto il giudizio immediato per laccusa di falso ideologico contestata dalla Procura di Roma in relazione alla promozione di Renato Marra, fratello dellex vice capo di gabinetto capitolino Raffaele Marra (gi a processo per corruzione), alla guida del Dipartimento Turismo.

La scelta, arrivata a sei giorni dalludienza preliminare che avrebbe dovuto decidere sul rinvio a giudizio della prima cittadina, consente alla sindaca di saltare lappuntamento in tribunale fissato per il 9 gennaio e di scongiurare ogni valutazione di colpevolezza che il gup avrebbe potuto esprimere in un eventuale decreto di disposizione del giudizio.
La prima cittadina ha reso nota la decisione attraverso la propria pagina Fb "Ho chiesto al Tribunale di Roma il giudizio immediato nel procedimento aperto nei miei confronti dalla procura capitolina. Desidero che sia accertata quanto prima la verit giuridica dei fatti. Sono certa della mia innocenza e non voglio sottrarmi ad alcun giudizio. Ho piena fiducia nella giustizia e credo fermamente che la trasparenza sia uno dei valori pi importanti della nostra amministrazione", ha scritto Raggi.