Mia Immagine

ESCLUSIVA TELERADIOSTEREO – BENOIT CAUET (EX INTER): “GIALLOROSSI IN UN MOMENTO DELICATO, SPALLETTI VORRA’ CENTRARE UN GRANDE RISULTATO”

Written by on 29 novembre 2018

Intervenuto ai microfoni di Teleradiostereo, l’ex centrocampista dell’Inter Benoit Cauet ha parlato della sfida di domenica che si giocherà allo stadio Olimpico tra la squadra di Di Francesco e quella di Spalletti.

A livello giovanile lei ha lavorato sia da allenatore che da scout nell’Inter: quali sono i parametri per valutare un ragazzo?

Ce ne sono tanti, aver allenato per 8 anni nelle giovanili mi ha aiutato, non è un lavoro facile quello del scout. E’ chiaro che per il ragazzo avere una famiglia accanto conta molto, ci sono tanti fattori, quello bravo tecnicamente lo riconosci subito, però vanno fatte una serie di analisi, c’è una programmazione dietro a tutto questo, bisogna credere in questi giovani.

L’importanza della società è fondamentale per il giovane: come si fa a far crescere serenamente questi ragazzi?

Intanto, come ho detto prima, avere la famiglia vicina è importantissimo, perchè aiuterà anche la società stessa. Poi c’è lo sviluppo, il lavoro sul campo, un’organizzazione per capire i punti di forza, i punti deboli dei ragazzi, è fondamentale avere un club forte che stia attento a tutto questo.

Lei ha incrociato Zaniolo all’Inter…

Non l’ho allenato, ma l’ho conosciuto. Ogni anno è una battaglia con la Roma a livello giovanili, perchè la società giallorossa è molto brava a crescere e nel lavorare con i giovani calciatori. Zaniolo è un ragazzo di grande prospettiva, ha tutte le premesse per fare bene.

La Roma sta pagando anche il fatto di avere tanti giovani in rosa?

I giovani non hanno la stessa maturità dei giocatori di 30 anni, hanno bisogno di tempo, la Roma però ha fatto una politica e bisogna avere pazienza, ma nella Capitale è difficile aspettare.

Si aspettava le difficoltà di Nzonzi?

Nzonzi a Siviglia era il faro della squadra, un giocatore che sapeva leggere benissimo il gioco, era bravissimo nel fare le due fasi, sia di recupero che di impostazione. Arriva da un calcio diverso, ricordiamoci anche le difficoltà ad esempio di Dzeko al primo anno in Italia. Ci sono una serie di fattori che stanno influendo nel rendimento del giocatore francese, lui deve essere forte per superare questo e deve essere brava la Roma a riprendersi, visto che ha tanti elementi di grandi esperienza, come il capitano De Rossi.

Che partita sarà quella di domenica?

Il momento della Roma è complicato, ma i giallorossi sono un gruppo determinato e di grande volontà, ho visto l’allenatore molto arrabbiato, non credo che Di Francesco sia contento di questa situazione, sa di avere una squadra forte. L’Inter ieri ha perso, ha fatto una discreta gara, ma la qualificazione è ancora aperta. I nerazzurri stanno bene, stanno disputando un ottimo campionato, Spalletti lo conoscete bene, lui avrà voglia di fare un grande risultato domenica sera.