Mia Immagine

ESCLUSIVA TELERADIOSTEREO – RAMON CALDERON (EX PRESIDENTE REAL MADRID): “L’ADDIO DI RONALDO SI STA FACENDO SENTIRE, MA SONO ORGOGLIOSO DI AVERLO PORTATO AL REAL. PEREZ? LE MIE SQUADRE LE FACEVO COSTRUIRE A MIJATOVIC E BALDINI. MONCHI? LA ROMA HA UN GRANDE DIRETTORE SPORTIVO”

Written by on 26 novembre 2018

Intervenuto durante il palinsesto di Teleradiostereo, l’ex presidente del Real Madrid Ramon Calderon ha parlato della sfida di domani sera dello stadio Olimpico….

 

Cosa non sta funzionando nel Real attuale?

Molti giocatori non stanno giocando bene, purtroppo la perdita di Cristiano Ronaldo è pesantissima, è stato un errore storico, sono orgoglioso di averlo portato al Real Madrid, non è stato sostituito ed adesso se ne stanno pagando le conseguenze.

Come mai non c’è stato l’accordo tra Conte e Real Madrid?

C’era una situazione difficile, credo che continueremo con Solari fino al termine della stagione. Il nostro club è molto difficile per un allenatore, solo un coach negli ultimi 48 anni è stato più di tre stagioni, la tifoseria è esigente, sarebbe stato complicato per chiunque prendere il Real dopo 4 Champions in 5 anni.

 

Cosa pensa della gara di domani? Crede in una reazione del Real?

Nessuno delle due squadre sta ottenendo buoni risultati, sicuramente sarà una partita aperta. Nel Real Bale, Benzema ed altri stanno giocando male, ma ripeto l’assenza di Ronaldo si sta facendo sentire tantissimo.

 

Un acquisto che avrebbe voluto fare quando era il presidente del Real?

Sono contento di quello che ho fatto, anzi forse le operazioni migliori che ho chiuso sono stati Cannavaro e Cristiano Ronaldo, con cui avevo trovato l’accordo già nel dicembre 2008. Forse il rimpianto è stato Kakà che poteva essere un grandissimo acquisto, ma venne a Madrid con un problema al ginocchio che non riuscì a smaltire.

 

Dei romanisti di oggi, chi poteva starci nel suo Real?

De Rossi, Perotti, Dzeko, Kolarov, ma è difficile arrivare nel Real.

 

Ha definito Perez come un bravissimo ingegnere nel costruire i ponti, ma non le squadre: la pensa ancora così?

Io faccio l’avvocato e le mie squadre le facevo costruire a uomini di campo come Mijatovic e Baldini, perchè la mia conoscenza del calcio è limitata…

 

Che considerazione ha di Monchi?

E’ un professionista molto competente, un grande conoscitore del panorama calcistico, quello che ha fatto al Siviglia è stato magnifico, ha comprato giocatori, li ha valorizzati alla grande, ha vinto tanti trofei, specialmente in Europa. La Roma ha in casa un grandissimo Direttore Sportivo.